It seems you're using an unsafe, out-of-date browser. CLOSE(X)

-

News

Fondazione Mantovani

– COLOGNO MONZESE: IL “GIARDINO DEI NOCI”

 

Alla Casa Famiglia di Cologno Monzese CON “Il GIARDINO DEI NOCI”  UN NUOVO SERVIZIO A FAVORE DEI RESIDENTI E DEL TERRITORIO

L’inaugurazione del percorso pedonale è stata l’occasione per illustrare  i numerosi progetti che si svolgono all’interno della struttura. Una realtà viva e aperta al territorio.

COLOGNO MONZESE, 22 GIUGNO 2017 – “Questa è una bella storia, fatta di tanti progetti e la grande presenza di pubblico, così come delle scolaresche e del mondo associativo conferma una volta di più quanto la nostra Casa Famiglia sia una parte importante della comunità di Cologno Monzese”. Con queste parole Matteo Mantovani, Coordinatore della Casa Famiglia del Gruppo Fondazione Mantovani Onlus Sodalitas Onlus di Cologno Monzese ha dato avvio all’inaugurazione del ‘Giardino dei Noci’ .

“Il Giardino dei Noci” è un nuovo progetto messo a disposizione degli ospiti e dei famigliari della struttura socio sanitaria. Si tratta di un percorso pedonale dove riprendere le funzioni del cammino, un luogo immerso nel verde del grande giardino che fa da cornice alla Casa Famiglia, con al centro una fontana zampillante “che richiama alla vita”- citando le parole del parroco di Cologno  intervenuto alla cerimonia insieme – a completare quest’intervento che va, ancora una volta, nella direzione di un’attenzione massima per la persona e i suoi bisogni.

“Qui – ha aggiunto Matteo Mantovani – interagiscono con noi molte risorse, siamo una realtà viva. Voglio ringraziare la Pro Loco, tutto il mondo del volontariato, ma in particolar modo i nostri bambini che sono qui oggi e che hanno partecipato lungo il corso di tutto l’anno ai nostri progetti”. Al taglio del nastro, infatti, sono intervenuti i bimbi dell’Asilo Nido ‘Piccole Impronte’, della Scuola Materna ‘Amalia’, il Gruppo ADO Oratorio San Marco e Gregorio, la Pro Loco, oltre alle associazioni ‘Dona un sorriso al mondo’, ‘Creare Primavera’ e Unione Samaritana.

Sono intervenuti a portare il saluto dell’Amministrazione comunale il Sindaco Angelo Rocchi insieme al Vice Sindaco e Assessore ai Servizi Sociali Rosa Maria Lo Verso. “Siamo orgogliosi di avere una realtà del genere sul nostro territorio. Questo è un pezzo di Cologno Monzese, con le sue storie e le sue tradizioni, da tramandare alle future generazioni”.

“La nostra Casa Famiglia di Cologno Monzese – ha concluso il Direttore Generale del gruppo Michele Franceschina – ben sintetizza lo spirito del ‘Progetto Vita’ che è la vera stella polare nell’azione di Fondazione Mantovani Onlus Sodalitas Onlus. La nostra identità è appunto quella di far sentire i nostri ospiti come a casa loro e, soprattutto, ancora pienamente inseriti e protagonisti all’interno delle loro comunità”.

Il taglio del nastro del ‘Giardino dei Noci’ alla presenza di un ospite della struttura e di uno dei numerosi bambini presenti all’evento ha simboleggiato quel  ‘patto intergenerazionale’ che in Casa Famiglia è una realtà da tempo.

Il percorso pedonale, infine, è stato arricchito dalla presenza di due mostre: da un lato, una bellissima carrellata fotografica sulla “Cologno di una volta” a firma della Pro Loco e dall’altro lato, una speciale riedizione dell’Albero della Vita di Expo realizzato con le creazioni artistiche dei più piccoli.

 

 

<
>

 

*CASA FAMIGLIA DI COLOGNO MONZESE: UN MONDO DI PROGETTI

 

  • Progetto Incontri AMICI: nasce dall’idea che gli incontri intergenerazionali, per i gli ospiti anziani, siano fonte di benessere psicofisico. L’idea è supportata dalle esperienze precedenti in Casa Famiglia, in cui si è osservato come i momenti di scambio fra anziani e bambini siano momenti di condivisione positiva, dove le relazioni e la solidarietà intergenerazionale viene stimolata.Con questo progetto si è voluto creare lo spazio e dare l’opportunità agli anziani ospiti della Casa Famiglia e ai bambini sia della Scuola Materna ‘Amalia’  sia dell’ Asilo Nido ‘Piccole Impronte’ di entrare in contatto gli uni con gli altri attraverso una serie di incontri strutturati. Ogni incontro si distingue dagli altri per l’attività intrapresa, sullo sfondo però di un obiettivo comune: fare insieme, perché condividendo le esperienze si genera ricchezza. L’idea di fondo è, infatti, che entrambe le parti possano essere fonte di “crescita” e di ricchezza l’una per l’altra: gli anziani ospiti potranno sperimentare la sensazione di sentirsi utili per le generazione future e questo li aiuterà a ‘ri-appropriarsi’ della propria identità adulta. Fattori che incidono positivamente sull’autostima dei nostri ospiti. L’attesa dell’incontro, inoltre, genera uno scopo e una motivazione personale, che aiutano ad avere una visione più attiva e positiva della vita. Dall’altra parte, l’incontro con gli anziani permette ai bambini di allacciare delle relazioni significative con degli adulti diversi da quelli con cui entrano abitualmente in contatto. I bambini, inoltre, si abituano alla disabilità dell’anziano e questo li aiuta a non sviluppare  pregiudizi ma a vedere l’altro in quanto persona, indipendentemente dai suoi handicap fisici o motori. Gli incontri realizzati da settembre 2016 hanno visto ospiti e anziani impegnati su diversi fronti: dal racconto di storie ai laboratori creativi come quello di costruzione delle maschere di carnevale o quello di pasta e sale; dall’orto-terapia condivisa nel giardino del nucleo Alzheimer  alla mattinata dedicata all’arte-terapia, durante la quale anziani e bambini hanno ri-costruito la loro città; dal gioco motorio, realizzato con la collaborazione dello staff medico e fisioterapico, al pranzo insieme, che ha avuto luogo alla Scuola Materna. Non sono mancati poi i canti, i balli e “le bolle”, grande passione dei piccoli del Nido ma anche dei nostri ospiti. In occasione dell’inaugurazione del ‘Giardino dei Noci’, i bambini sono venuti in Casa Famiglia per “uno speciale saluto” ai nonni che li hanno accompagnati in questo divertente e speciale percorso insieme, con l’impegno di incontrarsi nuovamente anche l’anno scolastico a venire.

 

  • Progetto culturale con l’associazione PRO LOCO di Cologno Monzese: esposizione fotografica realizzata  dalla Pro loco sulla “Cologno di  una volta”: ritratti, immagini di persone, scatti panoramici, custoditi dai cittadini e donati all’associazione ai fini della raccolta. Il 14 ottobre 2016, in occasione della Festa del Paese, la Casa Famiglia ha allestito la raccolta presso il salone principale, contribuendo in questo modo a stimolare la memoria storica dei nostri ospiti e di tutti coloro che hanno visitato la mostra. Il 26 gennaio 2017, nell’ambito del progetto ‘INCONTRI AMICI’, alcune di queste fotografie sono state stampate su carta semplice e tinteggiate dai bambini della Scuola Materna Amalia ai fini di una ricostruzione immaginaria e colorata della loro città. Per questa speciale occasione, la Casa Famiglia ripropone la collezione nel nuovo ‘Giardino Dei Noci’, sulla scorta di una metafora rubata al mondo della natura: quella delle RADICI CULTURALI, che vanno preservate, nutrite e condivise da tutti i cittadini. Il 23 maggio 2017 un gruppo di ospiti della Casa Famiglia ha effettuato un’uscita artistica-culturale alla Villa Besozzi Casati di Cologno Monzese, uno storico palazzo oggi sede municipale. La visita alle sale della villa è stata guidata dal Presidente dell’associazione e da un suo rappresentante. Nel corso dell’uscita gli ospiti hanno incontrato il Sindaco Angelo Rocchi e l’Assessore Simone Rosa, ai fini di uno scambio di opinioni su tematiche attuali che riguardano il territorio e l’utenza anziana.

 

  • Progetto ADO: Per un periodo dell’anno è prevista una qualificante esperienza di volontariato per gli adolescenti della parrocchia centrale di Cologno. I ragazzi vengono a trovare gli ospiti della casa ogni settimana, proponendo giochi originali appositamente organizzati e pensati per la giornata.

 

  • Domeniche musicali con l’Associazione  DONA UN SORRISO AL MONDO: L’associazione, presente in Casa Famiglia dal 2015, fa visita ai nostri anziani una domenica al mese, organizzando una grande festa musicale arricchita da balli, palloncini colorati e tante risate. Il rapporto unico ed esclusivo che riescono a riservare ad ogni ospite fa di loro dei veri e propri angeli della Casa. Ogni incontro è un’ondata di allegria che travolge tutti i nostri nonni, lasciandoli con un dono speciale, quello del sorriso sulle labbra!

 

  • Progetto VOLONTABILI CLOWN: da settembre 2016 ogni ultimo lunedì del mese un gruppo di utenti della Cooperativa ‘Il Germoglio’ di Cassina de Pecchi accompagnati da un educatore, vengono in Casa Famiglia mascherati da clown. I volontari, con i loro nasi rossi, i loro sorrisi smaglianti e i loro abbracci avvolgenti fanno visita agli allettati e incontrano gli ospiti che rimangono nel nucleo durante la mattinata.