It seems you're using an unsafe, out-of-date browser. CLOSE(X)

-

Corsi di formazione 2019

CORSI 2019 ECM

Date e sedi in fase in definizione. Per rimanere aggiornati seguire la pagina o scrivere a formazione@fondazionemantovani.it

 

MANAGERIALE

Dgr lombardia 1765/2014. La gestione del SOSIA – (1 edizione) – 4 ore

  • Gli indicatori di appropriatezza. Brevi richiami ai punti fondanti della normativa regionale (LR 3/2008, Dgr 3540/2012, Dgr 1185 e 4980 del 2013) e alle specificità della Dgr 1765/2014
  • Gli items di ogni  indicatore SOSIA (mobilità – stato cognitivo e comportamento –  severità della comorbilità) Il docente eseguirà simulate di compilazione della scheda SOSIA, con particolare attenzione ai rapporti tra cut-off e determinazione della tariffa giornaliera a rimborso.

Docente: Tiziano Camnasio, Responsabile sanitario

 

RELAZIONALE

I principali disturbi comportamentali – (4 edizioni ) – 4 ore- 6.4 crediti ECM

  • I disturbi del comportamento sono tra i più costosi sia in termini economici che affettivi: la letteratura scientifica riporta come la decisione di istituzionalizzare un anziano avvenga oltre il 50% dei casi proprio a causa dell’incapacità da parte della famiglia di origine di gestire tali disturbi al domicilio.
  • Obiettivo dell’ attività è offrire agli “addetti ai lavori” una opportunità di formazione/informazione sui principali aspetti, tecnici ed etici, relativi alla gestione dei disturbi del comportamento, al fine di sostenere una equipe formata ed informata, capace di riconoscere e rispondere ai bisogni degli Ospiti con un intervento multidisciplinare (ambientale, non farmacologico e farmacologico).

Docente: Gabriella De Falco, Medico geriatra

 

Ci può essere una relazione di aiuto umana tra l’operatore e l’ospite gravemente compromesso? (4 edizioni) – 10 ore – 16 crediti ECM

  • L’evento ha come obiettivo prioritario quello di offrire uno spazio, guidato da uno psicoterapeuta, in cui riflettere sulle caratteristiche della relazione umana.
  • Il care giver è moderatore e facilitatore di “ben-essere” quando vive ogni giorno in modo consapevole l’ essere “attore” in una relazione di aiuto, consapevole che crescita professionale ed umana sono elementi tanto imprescindibili quanto interconnessi.
  • La “creatività” nelle relazioni di aiuto, partendo dal rispetto, facilita la messa in essere di strategie capaci di massimizzare le potenzialità e minimizzare le compromissioni (fisiche e/o psicologiche).

Docente: Fabiola Arioli, psicologa e Psicoterapeuta

 

La motivazione dell’operatore socio-sanitario – (4 edizioni ) – 4 ore- 6.4 crediti ECM

  • La condizione di fragilità vissuta dall’Ospite influenza ed è influenzata dalla percezione che l’Operatore ha di sé stesso: sostenere dunque il care giver è condizione fondamentale per ridurre il rischio di burn-out e attivare processi relazionali individualizzati e non routinari.

Docente: Alfio Colombo, formatore

 

SANITARIA

CLINICAL RISK MANAGEMENT

Eventi avversi ed eventi sentinella (2 edizione) – 4 ore – 6.4 crediti ECM

  • Le indicazioni della Joint Commission, nonché del Servizio Sanitario Nazionale, accentuano il focus sulla diffusione di un approccio proattivo e multidisciplinare, da parte di tutti gli stakeholders, al Sistema Sanità.
  • Traducendo il concetto in termini operativi, la gestione dell’ “allarme”, sotto il profilo organizzativo e logistico, parte con un’attività di formazione e addestramento del personale.
  • Agire secondo i criteri del Risk management significa condurre un’analisi dell’allarme che non si limita a individuare l’errore o le mancanze più prossime all’evento, ma mira ad analizzare l’intero processo che ha generato l’evento stesso.
  • L’analisi dunque non è finalizzata al solo definire le responsabilità di ciò che è successo ma a ricercare le radici causali su cui intervenire con azioni di miglioramento.

Docente: Tiziano Camnasio, Responsabile sanitario

 

 Stimolazione basale (4 edizioni ) – 18 ore- 28.8 crediti ECM

  • La stimolazione basale non è un metodo, ma un concetto pedagogico, terapeutico ed assistenziale per accompagnare e sostenere persone con disabilità grave che, impossibilitate proprio dalla disabilità ad esprimersi con il movimento, compensano questa mancanza con strategie alternative per vivere e percepirsi come persone “attive”.
  • Il corso, rivolto alle equipe multidisciplinari, permette ai partecipanti di costruire un ambiente armonioso in cui relazionarsi con gli Ospiti tramite esercizi educativi-terapeutici vestibolari dove il corpo, anche in assenza di movimento, è un facilitatore nel comprendere e gestire gli stimoli provenienti dal Mondo e dall’Altro

Docente: in fase di definizione

 

Tecniche cranio-sacrali – primo livello (1 edizione) – 24 ore – 38.4 crediti ECM

  • Data la condizione di fragilità, fisica ed emotiva, che caratterizza gli Ospiti di Strutture Residenziali, ogni intervento “curativo” che li riguarda è tanto più ben tollerato quanto meno invasivo.
  • L’attività in oggetto risponde a tale requisito in quanto il terapista esperto in tecniche cranio sacrali individua con le mani i punti in cui certe funzioni dell’organismo sono “bloccate” e con una leggera pressione riporta il sistema in equilibrio.
  • Il liquido cerebrospinale , prodotto e riassorbito all’interno della scatola cranica, si propaga come un’onda che, parte tendo dal cranio arriva alla colonna vertebrale fino all’osso sacro e, grazie alle fasce formate dal tessuto connettivo, si trasmette in ogni parte dell’organismo.
  • Il ritmo cranio-sacrale, a differenza del ritmo respiratorio e cardiaco, è sottile e non modificabile coscientemente, ma di grosso impatto nel determinare la qualità delle condizioni psico-fisiche.

Docente: Mario Tommesani, Tecnico Sanitario di Radiologia Medica, esperto di Shiatsu, Medicina Cinese,Tecniche Craniosacrali, Bio-energetica e Rilascio Somato Emozionale

 

Infezioni correlate all’assistenza (2edizioni) – 4 ore- 6.4 crediti ECM

  • La qualità dell’assistenza, espressa in termini di formazione ed informazione, parte della diffusione di una cultura di sorveglianza delle ICA, fondata sulla consapevolezza che non tutte le infezioni correlate all’assistenza sono prevenibili.
  • A partire da tale assunto, verranno presentati sistemi di sorveglianza e di monitoraggio del fenomeno atti a ridurre le procedure non necessarie, scegliere i presidi più sicuri e adottare misure di assistenza al paziente che garantiscano condizioni asettiche con l’obiettivo di ridurre il rischio di infezioni non solo per per i pazienti, ma anche per i visitatori e gli operatori .

Docente: Tiziano Camnasio, Responsabile sanitario

 

SICUREZZA

FORMAZIONE DEI LAVORATORI

In tema di prevenzione e sicurezza sul lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08

Modulo base generale 4 ore + Moduli Specifici =  6.4 + 19.2 crediti ECM